Il Cacciatore di Birkin

3 Lug

È il 1837 quando Thierry Hermés apre a Parigi una bottega per bardature e finimenti per cavallo. Chi avrebbe mai immaginato che a partire dagli anni 50, i foulard e soprattutto le pregiatissime borse di Hermés si sarebbero imposte nel mondo della moda come status accessories amati dalle dive e di conseguenza desiderati e sognati da tutte le donne? La svolta avviene in particolare nel 1956, quando la splendida Grace Kelly viene fotografata con una borsetta che viene immediatamente chiamata Kelly; ma è la Birkin, nata nel 1984 dall’attrice ormai poco nota Jane Birkin e Jean-Louis Dumas, stilista di Hermés, l’oggetto del desiderio delle donne che possono permettersi di spendere cifre che fanno impallidire. La preziosità della Birkin però, non è data solo dalla pelle e dalla lavorazione pregiata, ma anche dalla difficoltà nel reperirla (si narra infatti di liste d’attesa di anni anche per le dive) e da serie televisive come Gossip Girl e Sex and the City che ne aumentano la desiderabilità (come dimenticare Samantha Jones che usa il nome di Lucy Liu per ottenere una f****** Birkin?). Michael Tonello, autore di Il Cacciatore di Birkin, racconta in prima persona la sua esperienza come rivenditore di foulard e borse di Hermés su Ebay. Per tirare su qualche soldo dopo un improvviso trasferimento da Boston a Barcellona, Michael comincia a vendere su Ebay una quantità esagerata di “cianfrusaglie”, tra cui un vecchio foulard di Hermés che va subito a ruba portandogli un bel guadagno. Nella sua mente si accende una lampadina: e se rivendere accessori di Hermés diventasse un lavoro? Detto fatto! Prima semplici foulard acquistati in Spagna e rivenduti negli Stati Uniti dove sono introvabili, poi piccola pelletteria e infine anche le famose Birkin. Ma come fa il nostro Birkin Boy ad ottenere con tanta facilità le borsette più desiderate del mondo? Scopritelo in questo libro brillante e divertente, pieno di avventure che portano Michael da Parigi a Tokyo, da Capri a Buenos Aires in un turbine di milioni di dollari, commessi di ogni sorta, compratori di vario genere e vicende che fanno semplicemente sbellicare dalle risate. Tonello si rivela uno scrittore pieno di sorprese, con uno stile umoristico e semplice, e ci offre un libro da divorare nel giro di due giorni con tanto di illustrazioni, reso ancor più bello dal fatto che la storia sia vera.

Laura Dal Pont

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: