La Rinascita di Elsa Schiaparelli

4 Lug

Come tutti ben sanno, nella moda tutto è destinato a tornare, gli stili, i trend, i marchi; ma questa volta più che di un ritorno, si trattata di una vera e propria rinascita. Il ritorno alla ribalta di un personaggio che ha segnato profondamente tutta la moda del Novecento, Elsa Schiaparelli.Colei che ha rappresentato il “fatto in Italia” ancora prima della nascita del fenomeno “made in italy”, che ha aperto la sua maison a Parigi negli anni ’20 e si può dire una delle poche a tener testa a Coco Chanel, torna al centro dei riflettori dopo anni di silenzio. La sua moda visionaria ed eclettica ha lasciato un segno indelebile nella storia del costume, influenzando in modo determinante tutti gli stilisti che vennero dopo di lei, da Christian Dior a Jean Paul Gaultier.Il suo stile forse più vicino all’arte che alla moda, costantemente ispirato da artisti surrealisti come Salvador Dalì e Man Ray ha proposto un’estetica capace di interpretare i cambiamenti sociali che erano in atto e che hanno rivoluzionato l’abito dell’uomo moderno.I rumors di un’eventuale rilancio del marchio negli ultimi mesi si erano fatti più intensi, anche in occasione della mostra fotografica “Prada and Schiaparelli: Impossible Coversation” al Metropolitan Museum di New York. In questa mostra Elsa Schiaparelli veniva messa a confronto con Miuccia Prada, attraverso un dialogo immaginario tra due personaggi femminili chiave della moda italiana, che rappresentano perfettamente il passato ed il presenta di una tradizione e di uno stile che ha contraddistinto l’Italia nel mondo.Ancora i dettagli sono scarsi riguardo il rilancio del marchio ad opera dell’imprenditore Diego Della Valle, il proprietario del Gruppo Tod’s. Sappiamo solo che la maison verrà riaperta nella sede storica al 21 di Place Vendom e che proprio qui verrà presentata la nuova collezione in uscita il gennaio prossimo. Ancora non è stato fatto alcun nome di stilista alla guida della maison, anche se tra i possibili candidati spiccano John Galliano e Rodolfo Paglialunga.  Quello che sappiamo è che ancora una volta l’Italia ha potuto attingere al suo vastissimo bagaglio culturale per proporre qualcosa di nuovo, ma che allo stesso tempo continua ad avere un forte legame con la tradizione.  Questo non è solo la rinascita di una griffe, ma l’espressione di una moda italiana che ha affascinato e continua ad affascinare compratori da tutto il mondo.

 

Alberto Fiorani

 

 

Fonte:

http://www.liberartonline.net/moda.asp?cod=185

http://www.style.com/stylefile/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: