ELTON JOHN, THE MUSIC MACHINE

6 Lug

 

Mi ricorda certi personaggi di Dickens, uno di quegli adolescenti tormentati, bistrattati dalla vita, che al riparo della loro timida dolcezza riescono a rimanere sempre puri, puliti, incontaminabili”

Elizabeth Taylor

C’era una volta, in un’ epoca vedova dei Beatles, un timido ragazzo che all’età di tre anni posizionò le sue manine sul suo primo pianoforte. Il piccolo Reginald Kenneth Dwight non sapeva che da lì a poco sarebbe divenuto uno dei più grandi fenomeni rock dopo Elvis Presley e Bob Dylan ( cronologicamente parlando).Reginald Kenneth Dwight, in arte Elton John ( dall’unione di Elton Dean, sassofonista britannico + Long John Baldry, chitarrista e cantante della scena British Blues) è colui che seppe rendere il suo pianoforte protagonista in un’epoca dominata dai chitarristi. All’età di 11 anni ottenne una borsa di studio presso la Royal Academy of Music, dove a suon di Bach e Beethoven capì che la sua vocazione era un’altra: il Jazz e il Rock n’roll. Grazie ad un annuncio sul New Musical Express,  dove si richiedeva un compositore pazzo per un poeta altrettanto pazzo, il pianista incontrò il suo paroliere, Bernie Taupin. Dopo l’esordio acerbo ma promettente dell’album “ Empty Sky” , la coppia prolifica riuscì ad entrare nel cuore del proprio pubblico, emozionandolo con le note melodiche di “ Your Song” e  divertendo con la stravagante “ Crocodile Rock” .Se credete che la vita del cavaliere della Regina Elisabetta sia stata dedicata solo alla musica.. bè, vi sbagliate.  Elton John è anche un pioniere della beneficienza;  vincitore di Grammy, Oscar, Tony;  ha cantato l’emozionante “ Candle in the wind” ai funerali della principessa Diana Spencer; attore nel musical del 1967 “ Tommy- The Who”.  E nella moda?  Il compositore si è meritato un posto d’onore tra le icone di stile del Glam Rock degli anni ’70 insieme al rivale David Bowie. Durante i suoi concerti Elton John seppe coniugare talento artistico e travestimenti inverosimili, invenzioni scenografiche, caratterizzate ad esempio  dalla moltitudine di occhiali dalle più assurde montature ( di cui il cantante possiede un’intera collezione) : occhiali futuristi, a forma di bocca sensuale, con le ali, e.. non basterebbe un articolo per elencarli tutti! Travestimenti kitsch, come avvenne per il concerto a Roma nel 1973, in cui indossava un ampio mantello di ermellino bianco con inciso il suo nome a grossi caratteri dorati ed  in testa un enorme cilindro bianco.

Una volta sul palco si trasforma, diviene la REGINA DEL ROCK.

Elena Usai

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: