Cupido: la nuova filosofia di amare.

2 Ott

La presentazione è d’obbligo: Benedetto Grassotti rappresenta un grande esempio di giovane studente appassionato. La passione è la sua vita e la sua vita è la musica. Studente della Facoltà di Culture e tecniche di moda, ha trovato una valida espressione di se stesso e dell’amore attraverso testi profondi e allo stesso tempo brillanti. Quello che Alice ha sempre cercato di dire, ovvero coinvolgere tutti i giovani nelle personali attività ed interessi, si sta ora concretizzando con tutti voi e con Benedetto. La gavatta, il lavoro, il sacrificio, lo sconforto e l’idea di non farcela sono tutte le sensazioni che lui è riuscito a organizzare e selezionare. Il messaggio, positivo  è di crederci fino in fondo e provarci, anche se in modo spensierato, perchè in fondo quello che si costruisce con allegria e piacevolezza, risulta ampiamente riuscito. Non mi dilungo e vi lascio alla prima parte di questa significativa intervista ed ovviamente al video musicale del suo primo singolo S.E.X.

1 Benedetto raccontaci in breve la tua storia musicale che ti ha portato ad ottenere grandi soddisfazioni come l’ultima con il tuo album: “ cupido”.

Canto, ballo e scrivo testi in inglese da diversissimi anni. Ho deciso di lavorare al mio primo album con Alberto Benati, il mio produttore artistico, all’oscuro di tutti, concentrandomi sulla creazione di un progetto che riflettesse il mio stato d’animo del momento e che soprattutto portasse le persone nuovamente a credere nell’amore, quello vero. Non sono (momentaneamente) sotto contratto discografico, tutto è stato fatto in una sorta di “intimità”, con la speranza che un giorno le cose possano diventare più “solide”.

2 qual è il significato profondo del tuo album?

Più passano gli anni e più mi rendo conto che l’amore sta perdendo la sua importanza. Partendo dal presupposto che ognuno è giustamente libero di fare ciò che preferisce, mi sono accorto però che le persone oggi preferiscono situazioni instabili e rapporti occasionali: tutto questo perché è più “semplice”, non richiede tanto impegno, non richiede troppe emozioni, succede e basta, non ti “lega” realmente in qualche modo. L’amore, il portare avanti un rapporto serio, invece, è qualcosa di impegnativo e di cui le persone oggi si dovrebbero vantare. L’amore ti riempie di emozioni, sensazioni e brividi indescrivibili ed è un peccato che sia “snobbato” in questo modo e solo perché è più facile non  impegnarsi. Con questo album perciò vorrei che le persone ripensassero a quanto è bello, a quanto si possa star bene ad amare, a quanto si possa sbagliare nell’amore e a quanto sia bello il sesso con la persona che si ama!

3 in che modo hai lavorato per poter realizzare questo progetto?

Come spiegavo prima, ho lavorato con Alberto Benati (ex componente dei Ridillo, ora produttore nel suo studio Funklab a Luzzara [RE]) per la parte musicale di tutti i pezzi. Tutte le melodie ed i testi sono stati ideati da me in questi ultimi 2 anni, con una forte produzione nella seconda parte del 2011 perché l’amore mi ha totalmente ispirato. (Ho anche collaborato con il dj Alex Ratti, con cui non vedo l’ora di poter rilavorare, in modo più frequente e profondo).

4per la produzione del tuo lavoro musicale quali sono stati gli steps che hai seguito?

Dopo essermi reso conto di avere abbastanza materiale per incidere un intero album, ho accettato la proposta che mi era stata fatta di lavorare a questo progetto. Passavo le giornate nello studio Funklab del mio produttore, dalle 9 circa della mattina fino alle 9 di sera. C’è stato un forte “feeling” musicale tra noi; è stato facile lavorare.

5questo è un grande inizio per te ovviamente, riesci già a pensare al dopo?

Non ho idea dei risultati che mi darà questo album autoprodotto e senza casa discografica. Io sono felicissimo di averlo fatto: spero le persone apprezzino il mio lavoro, spero che la mia musica le porti a stare bene e che ricordi a tutti di occuparsi e di proteggere le persone amate e di non essere spaventati dalla sensualità.  La cosa che più desidero è poter ottenere un budget tale da permettermi la produzione di un nuovo album, a cui sto già lavorando, per quanto riguarda i testi e le melodie.

6 il set in cui pensate di girare il video di “S.E.X.” come lo avete scelto?

Il video deve essere ancora girato. Stiamo pensando ad un sacco di locations, ad un sacco di idee e concepts. Ciò lo sto facendo ascoltando le persone a me vicine, ma anche i consigli che mi arrivano dagli amici di facebook, che tengo sempre aggiornati e che partecipano ai vari contests che propongo per avere le loro proposte. Come anticipazione vi posso garantire che nel video sarà presente una coreografia, dato che sono ballerino di HipHop e VideoDance da moltissimi anni

Santoro Roberta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: