MODA MARE: CAPRI E POSITANO

20 Nov

Concetto di moda mare è basato su questi punti: lusso, turismo d’èlite , località prestigiose e vacanze a cinque stelle. Insieme a questi fattori va accompagnato un abbigliamento conforme e d adeguato: sportivo, elegante, disinvolto ed anche di grande tendenza e che si propone per le diverse fasi del giorno, in particolare il tempo libero, l’ultima novità. Per avere lo sviluppo di questo genere di tendenza c’era bisogno di località famose e creatori di talento. Difatti è quello che accadde in quel periodo in Campania, in particolare nelle splendide località di Capri e Positano, da qui partì una vera e propria moda, sviluppando l’economia del settore.  Parlando di Capri: qui non c’erano bellezze naturali, glamour, vita mondana e chic ma , forse pochi sanno, che l’artigianato sartoriale era una delle attività preminenti. Capri conserva oltre che queste caratteristiche, la vera tradizione come quella dell’ultra centenaria Boutique LA PARISIENNE. Fu Maria Della Monica a fondare la casa nel 1906: nato non solo come luogo in cui scegliere i vari capi ma anche di conversazione tra le signore sulla moda isolana. Durante il fascismo  c’è stato un periodo di stasi, ma il lavoro non mancava in quanto , anche se i materiali erano differenti ed alternativi, venivano realizzati abiti da sposa anche con la seta dei paracadute. Nel dopoguerra ecco l’epoca di grande splendore: negli anni 50, in concomitanza con il Piano Marshall ed il recupero in tutta Italia dell’artigianato e dei distretti che daranno vita alla vera moda targata Made in Italy, si assiste alla fase della Dolce Vita a Capri. La boutique torna ad essere il gioiello di sempre e verrà frequentata da grandi donne come Audrey Hepburn, Jacqueline Onassis, Liz Taylor e tante altre.  La stessa boutique partecipò all’evento MAREMODA negli anni 60/70 con la sfilata dei capi nella “ linea Capri” alla Certosa. Grande successo nel 1954 avrà il pantalone a righe per signora ideato dall’atelier Alberto , che stava studiando il modo per non sgualcire la stoffa e fare in modo che il capo potesse cadere a pennello.      Inoltre era l’anno della nascita del Centro moda Capri e il consorzio per la difesa dei prodotti di Capri, un modo per difendere e tutelare i creatori di moda di quel luogo evitando abusi.  Ritornando al grande esempio produttivo come MAREMODA, diremo che è stato un progetto innovativo dal 1967 al 1977 e venivano proposti abiti e collezioni per gli anni successivi, quindi con una mentalità già proiettata nel futuro. Furono inseriti grandi premi che riconoscevano il lavoro dei creatori di moda come TIBERIO D’ORO E TIBERIO D’ARGENTO E FARAGLIONI D’ARGENTO , assegnati per l’artigianato. Poi nel 1968 in occasione della seconda edizione di MAREMODA  ecco comparire il marchio LINEA CAPRI che riuniva 14 boutique dell’isola. Con il tempo questi eventi divennero sempre più prestigiosi, ma poi  nel 1973 arrivò il colera a Napoli e la manifestazione fu rinviata. Negli successivi si pensò di farla anche nella splendida costiera amalfitana e sembrò che da quel punto potesse ripartire la macchina della moda, dopo un periodo di buio. C’è come progetto immediato quello di esportare lo stile a New York : così la trasferta dal 13 al 20 novembre 1977 si sarebbe dovuta concludere con un gran profitto e invece nulla di fatto visto che gli organizzatori non trovarono sedi disponibili perché già prenotate e tornò in Italia con grande malinconia. Ed ecco che l’avventura MODAMARE si concluse nel 1978 con la convocazione del consiglio direttivo.

Santoro Roberta

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: